In Adesivi, stucchi e sigillanti

Tra le colle e gli adesivi ad uso industriale la colla epossidica è uno degli strumenti più utili e versatili per i lavori professionali. Qualunque sia il materiale utilizzato, legno, metallo o plastica, assicuratevi di scegliere la colla epossidica giusta per ottenere il risultato migliore.

COS’È L’EPOSSIDICA E COME SI USA?

Gli epossidici sono adesivi formati da resina epossidica e indurente. Queste sostanze sono conservate separatamente, quindi è necessario mescolarle solo quando si è pronti per iniziare l’incollaggio. È possibile farlo automaticamente, utilizzando una siringa per la miscelazione istantanea, o farlo da soli mescolando le sostanze in un vassoio separato. Assicuratevi che il rapporto di miscelazione sia di 1:1 per creare un legame più forte.

Il tempo di lavorazione inizia una volta mescolate le due sostanze. Il tempo di lavorazione varia e dipende dalla scelta della colla; a volte dura pochi minuti, ma può richiedere anche un paio d’ore. Durante il periodo di lavorazione è possibile spostare o modificare le parti che si stanno incollando con la colla epossidica. Anche una volta terminato il tempo di lavorazione, ricordate che ci vogliono diverse ore prima che la colla raggiunga la sua massima resistenza.

Estremamente resistente e versatile, la colla epossidica può essere utilizzata per un’ampia varietà di materiali, ed è di facile utilizzo.

 

COME USARE L’EPOSSIDICA

Seguite questi semplici passaggi per usare correttamente la colla epossidica.

Utilizzare la carta vetrata per irruvidire le superfici da incollare. In alternativa, limare accuratamente la superficie. Pulire le superfici, assicurandosi che non vi siano tracce di sporco, polvere o grasso.

Preparare la siringa di applicazione. Per prima cosa, tagliare le punte delle estremità. Quindi girare l’estremità della siringa verso l’alto e premere lo stantuffo. Lasciare che le bolle d’aria salgano per circa 30 secondi.

Preparatevi a mescolare. Se non avete un ugello di miscelazione, non preoccupatevi. Su una superficie monouso, utilizzare il doppio stantuffo per erogare la resina e l’indurente in un rapporto uguale. L’ideale sarebbe acquistare prima una vaschetta per l’epossidica, ma se non ne avete una potete usare un piatto pulito usa e getta o un contenitore di plastica.

Ritrarre lo stantuffo. Pulire la punta di applicazione e rimettere il tappo.

Mescolare rapidamente la resina epossidica e l’indurente. Dovrebbero essere completamente miscelati entro un paio di minuti.

adesivo-epossidico-bicomponenteApplicare una piccola quantità di colla sulle superfici da incollare. Assicurarsi che siano nella giusta posizione, quindi premere con decisione. I tempi di indurimento e polimerizzazione possono variare, quindi controllare le istruzioni del prodotto.

Rimuovere con cura l’epossidica in eccesso. Eliminare l’eccesso di epossidica con un panno e spirito metilico.

 

USO DELL’EPOSSIDICA PER IL METALLO

La colla epossidica può essere uno strumento eccellente e molto efficace per incollare il metallo. Inoltre, evita il fastidio di saldare o brasare. Esistono in commercio adesivi epossidici bicomponenti resistenti

perfetti per incollare il metallo. È possibile utilizzare questi prodotti per riparare una varietà di oggetti metallici. È facile e veloce da usare e si fissa in soli cinque minuti. Una volta che si è solidificato, si può forare o levigare la superficie e non rimarrà traccia del lavoro di riparazione. Sembrerà tutto come nuovo!

USARE L’EPOSSIDICA PER IL LEGNO

Avete bisogno di una colla epossidica specifica per la riparazione di superfici in legno? Anche per questo utilizzo esistono resine epossidiche bicomponente che si fissano in cinque minuti e sono resistenti all’acqua. È possibile utilizzare il prodotto per un’ampia gamma di superfici in legno, dal pino all’MDF, ed è adatto sia per l’uso interno che esterno. Una volta indurita, la superficie può essere forata o carteggiata, senza lasciare alcun segno del lavoro di riparazione.

USO DELL’EPOSSIDICA PER LA PLASTICA

Quando è necessario riparare la plastica, che si tratti di un mobile o di un pezzo d’auto, la colla epossidica è la risposta! Potete usare una colla epossidica forte  per riempire le crepe e riparare gli oggetti in plastica in pochi minuti. Le colle epossidiche si adattano a varie ttipologie di materiali plastici tra cui polistirolo, acrilico e fibra di vetro. Si solidifica in poco tempo e in seguito è possibile carteggiare, forare o verniciare la superficie per ottenere un risultato lucido e professionale.

USARE L’EPOSSIDICA PER ALTRI MATERIALI

Gli adesivi epossidici sono straordinariamente versatili; dal legno al cuoio, sembra che gli epossidici possano essere utilizzati praticamente su tutto! Se desiderate acquistare un prodotto che possa essere applicato su un’ampia gamma di materiali, chiamateci. I nostri addetti alla vendita sono a vostra disposizione per consigliarvi il prodotto adatto alle vostre esigenze.

RIMOZIONE DELLA COLLA EPOSSIDICA

La colla epossidica ha una lunga durata ed è progettata per creare un incollaggio permanente. Per questo motivo, non è una sostanza facile da rimuovere e bisogna fare attenzione quando si applica la colla epossidica. Tuttavia, se si finisce per applicare l’epossidico nel posto sbagliato, non preoccupatevi: c’è una soluzione!

Rimuovere l’epossidico non polimerizzato è molto semplice. Prima che la colla epossidica si solidifichi, è sufficiente usare aceto bianco o spirito metilico su un panno. Assicuratevi di rimuovere l’epossidica in eccesso prima che abbia avuto il tempo di asciugarsi.

Una volta indurita, l’epossidica diventa più difficile da rimuovere. Tuttavia, non è impossibile! Provate uno dei seguenti metodi per rimuovere la colla epossidica indurita:

Carteggiare o raschiare l’area.

Se la quantità di epossidica essiccata è minima, questa tecnica può essere sufficiente.

Usare l’acetone.

L’acetone può essere efficace su superfici in legno o cemento. Dovrebbe allentare l’epossidica, in modo da poterla staccare facilmente. Usate l’acetone solo in aree ben ventilate e tenetelo lontano da oggetti infiammabili.

Utilizzare una pistola termica.

Quando si utilizza una pistola termica, è necessario indossare guanti da lavoro spessi, occhiali e una maschera e assicurarsi che la pelle sia completamente coperta. Utilizzare la pistola termica a una temperatura di circa 90 °C, puntandola su piccole aree dell’epossidico finché non si ammorbidisce. A questo punto è possibile utilizzare un raschietto per plastica per rimuovere l’epossidico.

Utilizzare prodotti chimici.

Se state rimuovendo l’epossidico dalla plastica o dal vetro, potete usare prodotti chimici per ammorbidire l’epossidico e poi raschiarlo via. Se l’epossidica si è appena asciugata, imbevete un panno di spirito metilico e strofinate la superficie per rimuoverla. Se l’epossidica è indurita e si rivela ostinata da rimuovere, provare ad applicare prima un diluente per vernici per ammorbidirla.

Prestare attenzione quando si utilizzano questi metodi e usare sempre guanti protettivi.

RIMOZIONE DELL’EPOSSIDICO DALLA PELLE

Per evitare di sporcarsi la pelle con l’epossidico è bene indossare dei guanti. Tuttavia, se si finisce per sporcare la pelle di epossidico, è necessario intervenire rapidamente. Ecco alcuni metodi per rimuovere l’adesivo epossidico:

Aceto: Coprite la pelle interessata con un panno imbevuto di aceto. L’adesivo dovrebbe iniziare ad ammorbidirsi e a staccarsi dalla pelle. L’aceto funziona sia con l’adesivo epossidico indurito che con quello non indurito.

Acetone: Applicare l’acetone su un cotton fioc o un tovagliolo di carta e strofinare delicatamente finché l’adesivo non si stacca. L’acetone è infiammabile, quindi fate attenzione quando lo usate. Lavorare in un’area ben ventilata, lontano da oggetti infiammabili, e pulire accuratamente la pelle.

Detergenti per mani senza acqua a base di agrumi: Questo è probabilmente l’articolo che è meno probabile avere a portata di mano, ma è il più delicato sulla pelle. Versate il detergente per mani sulla pelle, quindi strofinate e risciacquate con acqua calda.

La colla epossidica e la sostanza che si usa per rimuoverla possono essere entrambe aggressive per la pelle. Una volta rimossa la colla epossidica, utilizzare una lozione per le mani per lenire la pelle.

Lavarsi le mani

Lavare accuratamente la pelle dopo aver rimosso la colla epossidica.